Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Segretariato Generale della Missione MCCJ

A Means of Communion and Sharing on Evangelisation and Mission

8° Foro Sociale Mondiale sulle Migrazioni - 8th World Social Forum on Migrations

 8°  Foro Sociale Mondiale sulle Migrazioni - 8th World Social Forum on Migrations
 8°  Foro Sociale Mondiale sulle Migrazioni - 8th World Social Forum on Migrations
 8°  Foro Sociale Mondiale sulle Migrazioni - 8th World Social Forum on Migrations
 8°  Foro Sociale Mondiale sulle Migrazioni - 8th World Social Forum on Migrations
 8°  Foro Sociale Mondiale sulle Migrazioni - 8th World Social Forum on Migrations
 8°  Foro Sociale Mondiale sulle Migrazioni - 8th World Social Forum on Migrations
 8°  Foro Sociale Mondiale sulle Migrazioni - 8th World Social Forum on Migrations
 8°  Foro Sociale Mondiale sulle Migrazioni - 8th World Social Forum on Migrations

Si è aperto il 2 novembre a Citta del Messico l’ottavo Foro Mondiale delle Migrazioni. Il Foro durerà tre giorni, fino al 4 novembre. Lo scopo del Foro è quello di coordinare azioni nel quadro di un Impegno Globale per il Migrante in cui a ciascuno è chiesto di fare la propria  parte con gesti concreti e di resistenza attiva a favore dei migranti.

All’inaugurazione del Foro sono intervenute diverse personalitá tra cui padre Michael Czerny, sotto-segretario della Sezione migranti e rifugiati del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale. Padre Michael si è fatto latore di un messaggio di Papa Francesco al Foro. “La trasformazione positiva delle nostre società, ha sottolineato Papa Francesco,  inizia dal rifiuto di tutte le ingiustizie che oggi trovano giustificazione nella ‘cultura dello scarto’ – un’infermità ‘pandemica’ del mondo contemporaneo. Opporsi a questo costituisce una prima attuazione della giustizia, soprattutto quando essa riesce a dare voce ai ‘senza voce’. E tra questi ultimi ci sono i migranti, i rifugiati e gli sfollati forzati (desplazados), che sono ignorati, sfruttati, violati e abusati nel silenzio colpevole di molte persone”. É per questo che è importante, ha ricordato il Papa il “documento sui 20 punti di Azione per i Patti globali, che riguardano rispettivamente una migrazione sicura, ordinata e regolare e i rifugiati, formulando proposte concrete e realizzabili all’insegna di quattro azioni: accogliere, proteggere, promuovere e integrare.”

Il Foro sulle Migrazioni si svilupperà attorno a 7 poli tematici:

  1. Diritti umani, lavorativi e sindacali, inclusione sociale, ospitalitá e mobilitá.
  2. Realtá di frontiere, muri e altre barriere. 
  3. Resistenze, attori, movimenti e azioni collettive.
  4. La crisi sistemica del capitalismo e le sue conseguenze sulle migrazioni.
  5. Migrazione, genere e corpo.
  6. Migrazioni, i diritti di Madre Natura, il cambio climatico e le dispute Nord-Sud.
  7. Diaspore, comunitá transnazionali e popolazione migrante attiva.

 

I tre giorni del Foro saranno pieni di attivitá e di laboratori che ruoteranno attorno a queste sette tematiche. Questi alcuni dei titoli delle attivitá del primo giorno: ‘Per un Mondo senza Muri, dal Messico alla Palestina’ oppure ‘Frontiere di morte, frontiere solidali; e ancora ‘Salute del migrante, fisica,  mentale e sociale’ e altri. Al Foro partecipano organizzazioni non governamentali, gruppi ecclesiali e religiosi, organizzazioni popolari che lavorano con i migranti. Tutte sono portatrici di storie tragiche ma anche storie di resilienza e di lotta, storie d chi lotta contro la ‘cultura dello scarto’.  

 

 

 

  

Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post